Benvenuti nel sito di Rossella Quintavalle

Le ultime news di Rossella Quintavalle


nuovi valori volontari 2017

Con la circolare n. 12 del 27/1/2017, a seguito di quanto comunicato dall’ISTAT, l’Istituto ha reso noto il nuovo valore dell’indice dei prezzi al consumo, per le famiglie degli operai e degli impiegati, verificatasi tra il periodo gennaio 2015-dicembre 2015 ed il periodo gennaio 2016-dicembre 2016, al quale riparametrare i valori per il 2017. Essendo tale indice pari a – 0.1%, si confermano, in linea di massima, gli stessi valori dello scorso anno.

L’art. 7, comma 2, del D.Lgs. n. 184/97 dispone che l’importo minimo settimanale della retribuzione su cui calcolare il contributo volontario non può essere inferiore a quello determinato ai sensi dell'art. 7, comma 1, della legge n. 638/1983, e successive modificazioni.

- la retribuzione minima settimanale è pari a € 200,76;

- la prima fascia di retribuzione annuale oltre la quale è prevista l’applicazione dell’aliquota aggiuntiva dell’ 1% (art. 3 L. 438/92) è di € 46.123,00;

- il massimale di cui all’art. 2, comma 18, della Legge 335/1995, da applicare ai prosecutori volontari titolari di contribuzione non anteriore al 1° gennaio 1996 o che, avendone il requisito, esercitino l’opzione per il sistema contributivo è di € 100.324,00

Per i lavoratori dipendenti i contributi utili per l’accesso alla contribuzione volontaria devono essere perfezionati con la contribuzione effettiva, obbligatoria e volontaria.

Per i lavoratori dipendenti le aliquote di contribuzione variano a seconda del periodo in cui si è inoltrata la domanda e in particolare in base alla data spartiacque del 31/12/1995:

  • per gli autorizzati entro il 1995, il versamento IVS è confermato al 27,87% (28,87% per le quote eccedenti € 46.123,00);
  • Per gli autorizzati dal 01/01/1996, il contributo è del 33,00% della retribuzione imponibile media settimanale dell’ultimo anno di contribuzione (34,00% per le quote eccedenti € 46.123,00 ).
  • artigiani:

Artigiani e commercianti

Così come stabilito dall’articolo 3 della legge n. 233/1990 e successive modifiche, per gli artigiani e commercianti l’importo è determinato dall’INPS e calcolato applicando le aliquote medie stabilite per il versamento dei contributi obbligatori, al reddito medio dei redditi di impresa denunciate ai fini IRPEF negli ultimi trentasei mesi di contribuzione precedenti la domanda e in base a ciascuna delle otto classi di reddito diversificate a seconda che il soggetto sia un titolare di qualsiasi età o un collaboratore con più o meno 21 anni di età.

Requisiti

L’autorizzazione ai versamenti volontari può essere concessa, quando siano stati versati cinque anni di contribuzione effettiva riferita a qualsiasi epoca, oppure, in via alternativa, tre anni di contributi versati nei cinque precedenti la domanda di autorizzazione;

L’importo dei contributi volontari si calcolerà, per l'anno 2017, con le seguenti aliquote:

-      23,55%, per i titolari di qualunque età e per i collaboratori di età superiore a 21 anni;

-      20,55%, per i collaboratori di età non superiore a 21 anni;

  • commercianti:

-      23,64%, per i titolari di qualunque età e per i collaboratori di età superiore a 21 anni;

-      20,64%, per i collaboratori di età non superiore a 21 anni.

Gestione separata

L’importo del contributo volontario dovuto alla Gestione Separata deve essere determinato in

base alle disposizioni di cui all'art. 7 del D. Lgs. n. 184/1997, cioè applicando all'importo medio

dei compensi percepiti nell'anno di contribuzione precedente alla data della domanda,

l’aliquota IVS vigente per i soggetti privi di altra tutela previdenziale e non

titolari di pensione pari, per l’anno 2017, al 25% per i professionisti ed al 32% per i

collaboratori e figure assimilate.

Poiché nel 2017 il minimale per l’accredito contributivo è fissato in € 15.548,00, per il medesimo anno l’importo minimo dovuto dai prosecutori volontari della Gestione separata non potrà essere inferiore a € 3.887,04 su base annua e € 323,92 su base mensile per quanto concerne i professionisti e a € 4.975,44 su base annua e € 414,62 su base mensile per quanto concerne tutti gli altri iscritti.

In caso di contribuzione mista si dovrà fare riferimento a quanto disposto dall’ art. 8, comma 10, del DPR 1432/71 come chiarito con la circolare n. 53 del 12 aprile 2006.

Link alla circolare 12/2017

http://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%2012%20del%2027-01-2017.htm

Rossella Quintavalle

Consulente del Lavoro in Roma

www.rossellaquintavalle.it

www.tamburelliquintavalle.it

www.hdemiadelleprofessioni.it

20/2/2017: la CU in Hdemia delle Professioni

Seminario Hdemia delle Professioni tutto sulle CU/2017 e ultime novità Lavoro

il 20 Febbraio 2017

Evento già accreditato ai fini della Formazione continua dei Consulenti del Lavoro e dei Commercialisti

L’evento è gratuito per i soci e aperto a tutti gratuitamente la prima volta.

L’incontro Formativo si terrà, dalle ore 15, presso la sala congressi Orchidea dei Salesianum a Roma via della Pisana 1111; è d’obbligo la prenotazione.

Rossella Quintavalle

Presidente di Hdemia delle Professioni

Puoi trovare il nostro gruppo anche su: Facebook, Linkedin e Twitter

Visita il nostro sito www.hdemiadelleprofessioni.it

Info:3400828661

Invio telematico spese condominio

Per la serie “ma guardate come siamo stati bravi a mettervi a disposizione il 730 sempre più precompilato…”, ringraziamo ancora una volta chi di dovere che imposizione, su imposizione, si fa bello sul lavoro degli altri, in questo caso i soliti “intermediari”. Ed è così che anche per i Condomini è arrivata l’ora di cimentarsi con invii telematici utili alla realizzazione del famigerato 730 precompilato. Entro il 28 febbraio, a seguito di quanto disposto dall’articolo 2 del decreto del’Economia del 1° dicembre scorso, gli amministratori di condominio in carica al 31 dicembre dell’anno di riferimento, direttamente o per il tramite di un intermediario abilitato, dovranno infatti comunicare telematicamente all’Anagrafe tributaria, i dati relativi alle spese imputate ai singoli condomini afferenti le spese sostenute nel 2016 per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica, effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali nonché con riferimento all’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici finalizzati all’arredo delle parti comuni dell’immobile oggetto di ristrutturazione. Nella comunicazione devono essere indicate le quote di spesa imputate ai singoli condòmini. Via dunque alla raccolta dei dati fiscali dei còndomini per compilare ciò che richiede il software già pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate unitamente al relativo provvedimento e alle modalità di compilazione per la trasmissione. Gli invii possono essere ordinari, sostitutivi o di annullamento. La trasmissione si considera effettuata nel momento in cui è completata la ricezione del file, a seguito del risultato positivo dell’elaborazione, comunicata mediante una ricevuta contenente il codice di autenticazione per il servizio Entratel o il codice di riscontro per il servizio Fisconline, generati secondo le modalità descritte, rispettivamente, ai paragrafi 2 e 3 dell’allegato tecnico al decreto 31 luglio 1998. Nella ricevuta sono indicati i seguenti dati:

a) data e ora di recezione del file;

b) identificativo del file attribuito dall’utente;

c) il protocollo attribuito al file;

d) il numero delle comunicazioni contenute nel file;

Ricordiamo infine che possono fruire della detrazione i titolari di proprietà, nuda proprietà, diritto reale di godimento, contratto di locazione o comodato; la detrazione è inoltre ammessa da parte dei familiari conviventidel possessore o del detentore dell’immobile se ha sostenuto le spese e a lui intestate.

La sanzione prevista nei casi di omesso, errato o tardivo invio delle comunicazioni è di 100 euro per ogni violazione, senza applicazione del cumulo giuridico (articolo 12 del Dlgs 472/1997) e del ravvedimento operoso. Se la comunicazione è trasmessa entro 60 giorni dalla scadenza la sanzione è ridotta ad un terzo.

Rossella Quintavalle

Consulente del Lavoro

www.rossellaquintavalle.i

www.tamburelliquintavalle.it

www.hdemiadelleprofessioni.it

Affiliazioni & Ordini Professionali

Ultime News

nuovi valori volontari 2017
Domenica, 19 Febbraio 2017
Con la circolare n. 12 del 27/1/2017, a seguito di quanto comunicato dall’ISTAT, l’Istituto ha reso noto il nuovo valore dell’indice dei prezzi... Read More...
20/2/2017: la CU in Hdemia delle Professioni
Martedì, 14 Febbraio 2017
Seminario Hdemia delle Professioni tutto sulle CU/2017 e ultime novità Lavoro il 20 Febbraio 2017 Evento già accreditato ai fini della Formazione... Read More...
Invio telematico spese condominio
Domenica, 12 Febbraio 2017
Per la serie “ma guardate come siamo stati bravi a mettervi a disposizione il 730 sempre più precompilato…”, ringraziamo ancora una volta chi... Read More...
INPS: contributi Colf 2017
Mercoledì, 08 Febbraio 2017
Con circolare n. 13/2017 l’INPS ha reso note le tabelle utili per il pagamento dei contributi per il lavoro domestico valide per il 2017.... Read More...
INPS: Valori GS 2017
Martedì, 07 Febbraio 2017
Minimali e Massimali I versamenti dovuti sui compensi 2017 dei collaboratori percepiti entro il 12 del mese di gennaio dell’anno successivo, sono... Read More...

Iscriviti alla Newsletter

Compila il modulo seguente e potrai ricevere periodicamente le nostre informazioni su Newsletter

Rossella Quintavalle - Consulente del Lavoro Ordine di Roma N. 2621 - P.Iva 10608740584

RocketTheme Joomla Templates