Benvenuti nel sito di Rossella Quintavalle

Le ultime news di Rossella Quintavalle


Canone RAI anche senza bolletta Luce

Se anche non si è in possesso di una bolletta della luce, non ci si può ritenere esonerati dal pagamento del Canone RAI

L’Agenzia delle entrate con risoluzione n. 53/E del 7/7/2016 ha comunicato i codici tributo, operativi a decorrere dal 1° settembre 2016, per effettuare il pagamento entro il 31/10/2016:

  • “TVRI” denominato “canone per rinnovo abbonamento TV uso privato - articolo 3, comma 7, decreto 13 maggio 2016, n. 94”;
  • “TVNA” denominato “canone per nuovo abbonamento TV uso privato - articolo 3, comma 7, decreto 13 maggio 2016, n. 94”
  • che in nessuna delle abitazioni per le quali è titolare di utenza elettrica è detenuto un apparecchio tv (apparecchio atto o adattabile alla ricezione delle radioaudizioni ) da parte di alcun componente della famiglia anagrafica (dove per famiglia anagrafica si intende un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi dimora abituale nello stesso comune (articolo 4 del D.P.R. n. 223/1989).
  • che in nessuna delle abitazioni per le quali è titolare di utenza elettrica è detenuto un apparecchio tv, da parte di alcun componente della famiglia anagrafica, oltre a quello/i per cui è stata presentata la denunzia di cessazione dell’abbonamento radio televisivo per suggellamento.
  • che il canone di abbonamento alla televisione per uso privato non deve essere addebitato in alcuna delle utenze elettriche intestate al sottoscritto in quanto il canone è dovuto in relazione all’utenza elettrica intestata ad altro componente della stessa famiglia anagrafica del quale si fornisce il codice fiscale (…..).

Questa modalità di pagamento sarà utile per coloro che, magari in affitto, non hanno intestata la bolletta a loro nome, o ancora il portiere che utilizza l’appartamento condominiale, oltre agli abitanti delle isole servite da servizi elettirici diversi dal servizio nazionale. Sarà la stessa Agenzia delle Entrate che effettuerà i rimborsi in caso di pagamento richiesto e non dovuto.

Oramai sappiamo che il pagamento del canone RAI è stato inserito dentro la bolletta della luce provocando non poche complicazioni per chi, in effetti, non lo deve pagare. La norma, commi 152 e seguenti dell’unico articolo del patto di stabilità per il 2016, la legge 208/2015, così stabilisce:

Per l'anno 2016, la misura del canone di abbonamento alla televisione per uso privato è pari, nel suo complesso, all'importo di euro 100 (dai 113,50 del 2015).

La detenzione di un apparecchio si presume effettiva nel caso in cui esista un'utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la sua residenza anagrafica, “un’utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la sua residenza anagrafica”. 

E’ ammessa esclusivamente una autocertificazione per dichiarare di NON possedere un apparecchio, che, qualora sia falsa, comporterà effetti finanche penali. Nell’autocertificazione il cittadino può dichiarare:

LA NON DETENZIONE

PRESENZA DI ALTRA UTENZA ELETTRICA PER L’ADDEBITO

Viene però assicurato dal legislatore che il canone di abbonamento è, in ogni caso, dovuto una sola volta in relazione agli apparecchi detenuti, nei luoghi adibiti a propria residenza o dimora, dallo stesso soggetto e dai soggetti appartenenti alla stessa famiglia anagrafica.

Quindi: una prima casa con TV, e tutta la famiglia è salva con il pagamento di quell’unico abbonamento in bolletta. Nessun canone per la seconda casa o se si possiedono più apparecchi TV. Il pagamento del canone avviene in dieci rate mensili, addebitate, con voce separata,sulle fatture emesse dall'impresa elettrica aventi scadenza del pagamento successiva alla scadenza delle rate. Per effettuare tutto ciò sarà utilizzato uno scambio dati tra i vari enti interessati al prelievo, anche per conoscere la composizione dell’ambito familiare, oltre alla tipologia di utenti con diritto ad agevolazioni o esenzioni dal pagamento.

Non è più possibile presentare la denuncia di cessazione dell'abbonamento radiotelevisivo. Per quanto stabilito, nella prima fattura successiva al 1° luglio 2016 sono cumulativamente addebitate le sei rate già scadute. E’ importante ricordarsi di comunicare eventuali cambi di residenza onde evitare confusioni o doppi addebiti.

Tra le Faq sul sito della Rai viene assicurato che le modalità di riscossione "mediante addebito nella bolletta elettrica riguardano quindi esclusivamente i canoni maturati dal 1 gennaio 2016 e non eventuali arretrati".

Per scaricare la risoluzione clicca qui

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/nsilib/nsi/documentazione/provvedimenti+circolari+e+risoluzioni/risoluzioni/archivio+risoluzioni/risoluzioni+2016/luglio+2016+risoluzioni/risoluzione+n.+53+del+07+luglio+2016/RIS+N_53_E+DEL+07-07-2016.pdf


ESONERO CANONE RAI - PENSIONATI

Ai sensi dell’art. 1, comma 132, legge 24 dicembre 2007, n. 244,i cittadini con almeno 75 anni di età, in possesso di determinati requisiti possono accedere all’esonero totale dal pagamento del canone di abbonamento televisivo. Aumentato il livello di reddito per essere considerati esonerati. Per ottenere l’esenzione totale dal pagamento del canone occorre possedere i seguenti requisiti:

  1. aver compiuto 75 anni di età entro il termine per il pagamento del canone di abbonamento RAI; b) non convivere con altri soggetti diversi dal coniuge che siano titolari di un reddito proprio;
    c) possedere un reddito che, unitamente a quello del proprio coniuge convivente, non sia superiore complessivamente ad euro 8.000,00 (fino allo scorso anno il limite era pari a euro 6.713,98 annue, importo invariato dal 2008).
    Il reddito da prendere in considerazione è quello dato dalla somma:
    • del reddito imponibile (al netto degli oneri deducibili) risultante dalla dichiarazione dei redditi presentata per l’anno precedente o il reddito indicato nel modello CUD;
    • dei redditi soggetti ad imposta sostitutiva o ritenuta a titolo di imposta, quali, ad esempio, gli interessi maturati su depositi bancari, postali, BOT, CCT e altri titoli di Stato, nonché i proventi di quote di investimenti;
    • delle retribuzioni corrisposte da enti o organismi internazionali, rappresentanze diplomatiche e consolari e missioni, nonché quelle corrisposte dalla Santa Sede, dagli enti gestiti direttamente da essa e dagli enti centrali della Chiesa cattolica;
    • dai redditi di fonte estera non tassati in Italia.
    Sono esclusi dal calcolo:
    1) i redditi esenti da Irpef (ad esempio pensioni di guerra, rendite INAIL, pensioni erogate ad invalidi civili);
    2) il reddito dell’abitazione principale e relative pertinenze;
    3) i trattamenti di fine rapporto e relative anticipazioni
    4) altri redditi assoggettati a tassazione separata

Rossella Quintavalle

Consulente del Lavoro in Roma

www.rossellaquintavalle.itwww.tamburelliquintavalle.itwww.hdemiadelleprofessioni.it

Indice Istat TFR Giugno 2016

Rivalutazione TFR per il mese di Giugno 2016

Il coefficiente di rivalutazione per la determinazione del trattamento di fine rapporto per il mese di Giugno 2016 è pari a 0,750000 (indice Istat 99,9). Prossimo indice 11/08/2016.

 

 

Indici mesi 2016

 

2016

Indice ISTAT

Incremento Mese

Gennaio

99,7

0,125000

Febbraio

99.5

0,25000

Marzo

99,6

0,375000

Aprile

99,6

0,500000

Maggio

99.7

0.625000

Giugno

99.9

0.750000

Luglio

   

Agosto

   

Settembre

   

Ottobre

   

Novembre

   

Dicembre

   

 

Anni precedenti

Periodo di validità

Rivalutazione

Dicembre 2002

3,504310%

Dicembre 2003

3,200252%

Dicembre 2004

2,793103%

Dicembre 2005

2,952785%

Dicembre 2006

2,747031%

Dicembre 2007

3,485981%

Dicembre 2008

3,036419%

Dicembre 2009

2,224907%

Dicembre 2010

2,935935%

Dicembre 2011

3,88005%

Dicembre 2012

3.302885%

Dicembre 2013

1.922535%

Dicembre 2014

Dicembre 2015

1.500000%

1,500000%

Novità lavoro il 19/7/2016

Hdemia festeggia il Quarto anno di attività

con un Convegno il 19 Luglio 2016

Gratuito, aperto a tutti, già accreditato ai fini della Formazione continua dei Consulenti del Lavoro dei Commercialisti e degli Avvocati

Welfare aziendale, lavoro agile, lavoro autonomo, lavoro accessorio, FIS, Garanzia giovani, contrattazione di secondo livello e di prossimità: LE NOVITA’

                                                           

E’ un grande piacere invitarti all’Evento che si terrà in occasione del compimento del 4° Anno di Attività dell’Associazione Hdemia delle Professioni.

L’Evento si terrà, dalle ore 15, presso la sala congressi del Crowne Plaza Rome St. Peter’s Via Aurelia Antica n. 415 in Roma.

Tema del convegno: “Lavoro e Fisco work in Progress”

L’Evento è organizzato grazie alla partecipazione dei nostri Sponsor:

BUSINNES PARTNERS – EUTEKNE – GEMA BUSINNES SCHOOL- PASSEPARTOUT

Anche quest’anno cogliamo l’occasione per confrontarci su quanto l’Associazione ha organizzato in questi quattro anni e sulle iniziative future, anche sulla base dei suggerimenti pervenuti dai nostri soci. Hdemia non manca di iniziative e agli intervenuti sarà dedicato un intervallo musicale grazie alla partecipazione in pausa di un giovane cantautore romano.

Sarà per noi un piacere, al termine del convegno, brindare insieme a te in una splendida location messa a disposizione dal Crowne Plaza Rome a bordo piscina, al futuro di questa realtà professionale e formativa che cresce ogni anno di più soprattutto grazie all’apporto di coloro che hanno creduto in noi.

Auspicando che anche in questo terzo anno di “Hdemia” abbia soddisfatto le tue aspettative, ti invitiamo a rinnovare la quota associativa pari a 70 euro con le modalità visibili sul nostro sito. Potrai rinnovare la quota anche il giorno del convegno.

I posti sono limitati, ti invitiamo dunque a prenotarti al più presto sul nostro sito alla sezione “Prenota l’Evento”.

Rossella Quintavalle

Presidente di Hdemia delle Professioni

Puoi trovare il nostro gruppo anche su: Facebook, Linkedin e Twitter

Visita il nostro sito www.hdemiadelleprofessioni.it

Affiliazioni & Ordini Professionali

Ultime News

Canone RAI anche senza bolletta Luce
Domenica, 17 Luglio 2016
Se anche non si è in possesso di una bolletta della luce, non ci si può ritenere esonerati dal pagamento del Canone RAI L’Agenzia delle entrate... Read More...
Indice Istat TFR Giugno 2016
Giovedì, 14 Luglio 2016
Rivalutazione TFR per il mese di Giugno 2016 Il coefficiente di rivalutazione per la determinazione del trattamento di fine rapporto per il mese di... Read More...
Novità lavoro il 19/7/2016
Mercoledì, 13 Luglio 2016
Hdemia festeggia il Quarto anno di attività con un Convegno il 19 Luglio 2016 Gratuito, aperto a tutti, già accreditato ai fini della Formazione... Read More...
La quattordicesima 2016 pensionati
Lunedì, 11 Luglio 2016
Con messaggio 2831 del 26/6/2016 l’Inps ha annunciato l’arrivo della somma aggiuntiva per i pensionati più indigenti c.d. “quattordicesima... Read More...
Oggi contributi COLF 2° trimestre 2016
Domenica, 10 Luglio 2016
Scade OGGI il versamento dei contributi relativi al secondo trimestre 2016, essendo caduto il 10 di domenica. Questa la tabella dei nuovi contributi... Read More...

Iscriviti alla Newsletter

Compila il modulo seguente e potrai ricevere periodicamente le nostre informazioni su Newsletter

Rossella Quintavalle - Consulente del Lavoro Ordine di Roma N. 2621 - P.Iva 10608740584

RocketTheme Joomla Templates